In evidenza

Alla Camera di Commercio di Pisa il Talent Day Confcommercio Livorno-Pisa

TALENT DAY 2024 - Adesione imprese

Le imprese possono partecipare all'iniziativa compilando il modulo allegato.Info: Alessio Schiano, turismo@confcommerci&#x...

Leggi

SIMEST – Contributo a fondo perduto per le Imprese esportatrici

Il FONDO SIMEST ha istituito un contributo a fondo perduto a copertura dei danni materiali diretti subiti delle Imprese esportatrici localizzate nei territori colpiti dagli eventi allu...

Leggi

Un progetto nazionale Confcommercio

IMPRENDIGREEN, IL VALORE DELLA SOSTENIBILITA'

Confcommercio offre agli associati il riconoscimento di comportamenti ambientalmente virtuosi e di buone pratiche in chiave sostenibile. L'iniziativa nazionale assegna un marchio per tre diversi livelli di eccellenza (t...

Leggi

Archivio

In evidenza

HACCP NOVEMBRE 2023

Arriva il corso HACCP di novembre 2023 a Livorno: martedì 21-23-28 novembre.
Sempre dalle 9:00 alle 13:00 nella sede di Confcommercio Livorno, via Serristori 15, piano 2.
 
Informazioni e iscrizioni: formazione@confcommercio.li.it, 0586/1761056-57.
In evidenza

LUDOPATIA, FORMAZIONE OBBLIGATORIA

Prende il via la formazione obbligatoria sulla ludopatia per titolari, gestori e operatori che lavorano nei centri scommesse e più in generale negli spazi per il gioco con vincite in denaro. 

La nostra associazione si è immediatamente messa in moto per attivare un percorso formativo su un tema così delicato e di estrema attualità, come purtroppo dimostrano i casi eclatanti nel mondo del calcio – afferma il direttore della Confcommercio provinciale di Livorno, Federico Pieragnoli – Regolare il gioco legale, prevenire e contrastare il gioco d’azzardo patologico, questi sono gli obiettivi dei corsi che organizziamo per le imprese della provincia di Livorno. I corsi sono rivolti a gestori e personale di centri scommesse, sale gioco, bar, tabaccherie e altre attività con slot machine o giochi a premi che hanno l’obbligo, entro il prossimo 31 dicembre, di partecipare alla formazione e aggiornamento e di far partecipare anche il personale addetto”.

“Siamo stati i primi a recepire la normativa – dice ancora Pieragnoli – grazie ad una intesa con la Regione che fa leva sulla formazione per preparare adeguatamente imprenditori e personale del settore, a riconoscere e gestire eventuali comportamenti di gioco patologico tra i loro clienti”.

Per informazioni e iscrizioni: 0586-1761056/57, formazione@confcommercio.li.it

In evidenza
A Livorno i giorni 15,16 e 17 settembre 2023

Articolo 33. Festa dello Sport

Un grande evento di 3 giorni, il 15 - 16 e 17 settembre sulla Terrazza Mascagni. 
Cos’è Articolo 33? Come nasce l’idea di un evento sportivo che porta il nome di questo articolo della Costituzione Italiana?
Un disegno di legge avanza una proposta di revisione costituzionale che rende lo sport un diritto dei cittadini in virtù del suo valore educativo e sociale e della sua innegabile correlazione con la salute.
L'inserimento dello sport nell'art. 33 della costituzione, insieme a istruzione e ricerca, riconosce la missione che tutti gli operatori del settore sport e della salute sentono di perseguire.
Volete saperne di più?
 
Seguite la pagina dell'evento Articolo 33, e scoprite cosa ha in serbo Confsport Confcommercio Livorno per l'evento di settembre!
 
In evidenza
30 milioni per le imprese

BANDO INTERNAZIONALIZZAZIONE

Regione Toscana ha stanziato 30 milioni per agevolare i progetti di investimenti delle Imprese che vogliano ampliare all’estero il proprio mercato.

Sono ammesse le seguenti spese:

  • Servizi di supporto specialistico all’internazionalizzazione
  • Partecipazione a fiere e saloni internazionali
  • Promozione mediante utilizzo di uffici o sale espositive all’estero
  • Servizi promozionali
  • Servizi di supporto all’innovazione commerciale per la fattibilità di presidio su nuovi mercati

e combinabili per un importo non superiore al 40% del progetto con:

  • Supporto all’innovazione commerciale per il presidio strategico dei Mercati
  • Supporto alla digitalizzazione
  • Supporto alla certificazione e sostenibilità

A chi è rivolto il bando:

Il bando è rivolto alle micro piccole e medie imprese, in forma singola o associata, aventi sede legale o unità locale in Toscane operanti nei settori di attività manifatturiero, turismo e commercio.

Forma e misure dell’agevolazione:

L’agevolazione consiste nell’erogazione di un contributo a fondo perduto fino a un massimo del 50% delle spese di investimento ritenute ammissibili con differenziazioni sulla base della tipologia dei servizi e della dimensione d’impresa.

Il costo totale dell’intervento va da un minimo di € 10.000 e non superiore a € 150.000 per impresa singola e da € 35.000 a € 400.000 nel caso di Consorzio/Soc. Consortile.

La domanda potrà essere presentata a partire dalle ore 10,00 del 20/07/2023 e fino alle ore 12,00 del 10/08/2023

Info:

Sabrina Pucci: 344/2544138s.pucci@centrofidi.it
Daniela Salvi: 344/2564258d.salvi@centrofidi.it

 

In evidenza

Confcommercio Piombino sulla demografia imprese

Marco Torchioni, presidente della delegazione Confcommercio di Piombino, tiene a precisare e correggere quanto pubblicato qualche giorno fa su Il Tirreno in merito alla demografia imprese nel Comune.

“Si è fatto notare che i dati della Camera di Commercio, che registrano nel nostro Comune un aumento del settore ristoranti, gelaterie e pasticcerie e una contrazione del settore bar e simili, non sono omogenei sul territorio ma dipendono in larga misura da quanto le singole zone beneficino del flusso turistico presente solo nel centro città.

Questi dati offrono la possibilità di fare tre considerazioni.

Le imprese che operano nel settore turistico stanno diventando un fenomeno sempre più importante nel tessuto economico piombinese. Questa realtà deve portare l’amministrazione a essere sempre più sensibile circa le loro esigenze e attuali necessità.

La semplice crescita numerica delle attività non è di per sé un dato totalmente positivo: occorre che questa crescita sia accompagnata da una programmazione economica del territorio (che, purtroppo, anche a causa della mutata normativa di settore, si è “smarrita” nel tempo) e da un parallelo aumento delle presenze turistiche in città al fine di non impoverire le attuali realtà imprenditoriali esistenti.

Questa crescita turistica è possibile solo se l’amministrazione investe importanti risorse in opere pubbliche che supportino tale obiettivo: parcheggi, rifacimento zona pedonale (in particolare Corso Italia), riqualificazione spiagge urbane, decoro eccetera.

Attualmente purtroppo notiamo con dispiacere che le attuali opere in progetto o già intraprese subiscono ritardi non compatibili con le ambizioni turistiche da noi auspicate.

Piazza Dante, la pista ciclabile Populonia Stazione – Baratti, il polo culturale e Corso Italia sono esempi di tempistica di realizzazione non al passo con l’urgenza che il completamento di questi progetti meriterebbero e con la velocità di adattamento al mondo economico che le imprese devono rispettare per mantenersi competitive".

 

 

 

In evidenza
Ne parliamo in Confcommercio

RIFORMA DELLO SPORT IN VIGORE DAL 1° LUGLIO

La Riforma dello Sport, in vigore dal 1° luglio, comporterà importanti cambiamenti in materia di lavoro sportivo dilettantistico, fiscale e previdenziale.
Il lavoro sportivo, da sempre racchiuso nei confini dei redditi esclusi da calcolo delle imposte su reddito (fino ai 10.000 € annui) e dai contributi previdenziali INPS, dovrà avere un nuovo inquadramento.
Sono interessati dalla Riforma atleti, allenatori, istruttori, direttori tecnici, direttori sportivi e preparatori atletici.

La figura del collaboratore sportivo dovrà evolversi in due possibili direzioni:

volontario (percepirà solo rimborsi spese documentati, dovrà comunque essere assicurato per la responsabilità civile verso i terzi)
lavoratore sportivo(percepirà un compenso per l’attività sportiva svolta)
Questa nuova figura professionale potrà avere natura subordinata, autonoma o di co.co.co. con le rispettive tutele previdenziali e in materia di malattia, infortunio, gravidanza, maternità, salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.

Approfondiremo i dettagli
Giovedì 8 giugno alle ore 14:30 all’Assemblea dello Sport Livorno/Pisa
Confcommercio di Pisa in Via Chiassatello, 67 – Corte Sanac

Partecipazione gratuita, registrazione obbligatoria.

Per maggiori informazioni:
Confcommercio Livorno, Giacomo Maio, 320/2714425, g.maio@confcommercio.li.it

 

In evidenza
Avviso pubblico del Ministero della Cultura a supporto delle imprese che operano nei borghi

Avviso per Capraia e Suvereto

L’incentivo Imprese Borghi promuove l'avvio o il consolidamento di iniziative imprenditoriali nei territori dei 294 comuni destinatari, tra cui i comuni di: Capraia Isola e Suvereto.

Sono finanziabili progetti fino a 150.000 euro - considerando sia le spese di investimento che il capitale circolante - da realizzare in 18 mesi e comunque entro e non oltre il 31 dicembre 2025.

Beneficiari
Le agevolazioni sono rivolte a micro, piccole e medie imprese che presentano iniziative imprenditoriali in forma singola o in aggregazione, già costituite o che intendono costituirsi in forma societaria di capitali o di persone, ivi incluse le ditte individuali e le società cooperative, le associazioni non riconosciute, le organizzazioni dotate di personalità giuridica non profit, nonché gli Enti del Terzo settore, iscritti o in corso di iscrizione al RUNTS – Registro Nazionale Terzo Settore.

 

Attività finanziabili

Il sostegno è destinato a iniziative imprenditoriali, da realizzare in una o più unità locali ubicate nei borghi storici selezionati, volti a rilanciare le economie locali nel campo delle attività culturali, creative, turistiche, commerciali, agroalimentari e artigianalivalorizzando i prodotti, i saperi e le tecniche del territorio. Tali iniziative dovranno contribuire alle sfide ambientali e al contrasto del cambiamento climatico, adottando comportamenti responsabili e sostenibili con particolare riferimento alla riduzione delle emissioni inquinanti, alla riduzione dei consumi, allo smaltimento dei rifiuti, alle soluzioni di economia circolare (almeno il 50% dell’investimento complessivo deve essere destinato a misure in grado di fornire un contributo alla mitigazione dei cambiamenti climatici).

Agevolazioni

Sono previsti contributi a fondo perduto, nel rispetto del Regolamento de minimis, per un importo massimo pari a 75.000 Euro, fino alla misura massima del 90% delle spese ammissibili.

Tale percentuale è elevabile al 100% nel caso di nuove imprese da costituirsi a seguito del provvedimento di concessione del contributo oppure imprese già costituite a prevalente titolarità giovanili e/o femminili.
Le imprese dovranno finanziarie con risorse proprie la quota non coperta dalle agevolazioni.

Tra gli investimenti finanziabili:

· impianti, macchinari, attrezzature, arredi e mezzi mobili

· componenti hardware e software

· brevetti, marchi e licenze

· certificazioni direttamente correlate al progetto da realizzare

· opere murarie nel limite del 40% del programma di spesa complessivamente considerato ammissibile

Almeno il 50% degli investimenti complessivamente richiesti deve essere destinato a misure in grado di fornire un contributo alla mitigazione dei cambiamenti climatici, in coerenza con il tagging climatico assunto dall’Investimento 2.1 e relativo campo di intervento 024.

Alcuni esempi di capitale circolante finanziabile:

· materie prime

· servizi necessari allo svolgimento delle attività dell'impresa

· utenze e canoni di locazioni connesse alle unità locali oggetto dell’iniziativa

 

Acceso al bando e scadenza: dalle ore 12:00 dell'8 giugno alle ore 18:00 dell'11 settembre 2023.

Per avere maggiori informazioni e per ricevere una consulenza gratuita per la verifica dei requisiti di accesso al bando, oltre che per presentare la relativa richiesta, l'Area Credito e Finanziamenti è a vostra disposizione:

Sabrina Pucci: 344/2544138s.pucci@centrofidi.it
Daniela Salvi: 344/2564258d.salvi@centrofidi.it

In evidenza
Transizione ecologica organismi culturali e creativi

BANDO TOCC DEL MINISTERO DELLA CULTURA

L’incentivo "Transizione ecologica organismi culturali e creativi" (TOCC) promuove l'innovazione e l'eco-design inclusivo, anche in termini di economia circolare, e orienta il pubblico verso comportamenti più responsabili nei confronti dell'ambiente e del clima.

La misura è promossa dal Ministero della Cultura e prevede una dotazione finanziaria di 20 milioni di Euro, prevista dal PNRR.

E' previsto un contributo a fondo perduto fino all'80% delle spese fino ad un massimo di € 75.000 per progetti di innovazione ed eco-compatibili (basso impatto ambientale, efficienza energetica, riciclo di prodotti, etc.) in regime de minimis.

Gli interventi previsti dalla misura devono essere finalizzati a realizzare:
1.attività, progetti o prodotti improntati sull’eco-design e sulla sostenibilità, anche finalizzati alla sensibilizzazione del pubblico verso tematiche ambientali;
2.strumenti e soluzioni per la realizzazione di eventi, attività e servizi culturali a basso impatto ambientale;
3.azioni di pianificazione strategica, organizzativa ed operativa per la redazione e attuazione di piani di sviluppo di governance e di misurazione degli impatti ambientali, ivi compresi programmi di efficienza energetica;
4.prodotti culturali con una forte componente educativa e didattica finalizzati alla sensibilizzazione del rispetto dell’ambiente;
5.attività di sviluppo e prototipazione sperimentale, finalizzate all’ecodesign dei prodotti e al recupero, riuso, riciclo di prodotti.


Beneficiari
Le agevolazioni sono rivolte alle micro e piccole imprese, in forma societaria di capitali o di persone, incluse le società cooperative, le associazioni non riconosciute, le fondazioni, le organizzazioni dotate di personalità giuridica no profit, nonché agli enti del terzo settore che operano nei settori culturali e creativi e nei seguenti ambiti di intervento:

  • Musica, Audiovisivo e Radio
  • Moda
  • Arti visive, Architettura e design
  • Spettacolo dal vivo e festival
  • Patrimonio culturale materiale e immateriale
  • Artigianato artistico
  • Editoria, libri e letteratura
  • Area interdisciplinare (per chi opera in più di un ambito di intervento tra quelli elencati)

 

 

Spese ammissibili

  • impianti, macchinari, attrezzature, arredi e mezzi mobili di ultima generazione, a basso impatto ambientale e finalizzati all’utilizzo del ciclo produttivo green
  • servizi specialistici e beni immateriali ad utilità pluriennale, limitatamente a programmi informatici, brevetti, licenze e marchi, nonché certificazioni, know-how e conoscenze tecniche, anche non brevettate, correlate al progetto da realizzare.

Tali spese devono essere supportate da apposita perizia giurata, rilasciata da un tecnico abilitato iscritto all'ordine di riferimento avente specifiche e documentate competenze nel settore di riferimento della spesa stessa.

Scadenza: ore 18:00 del 12 luglio 2023.

Per maggiori informazioni e per ricevere una consulenza gratuita:
Sabrina Pucci: 344/2544138, s.pucci@centrofidi.it
Daniela Salvi: 344/2564258, d.salvi@centrofidi.it

 

In evidenza
Oltre un milione di euro di contributi destinati alle micro, piccole e medie imprese (PR FESR 2021-2027)

Bandi Regione Toscana in uscita per le MPMI

La Regione Toscana ha stanziato oltre un milione di euro per l’imminente uscita di contributi destinati alle micro, piccole e medie imprese (PR FESR 2021-2027).

 

Apertura prevista entro il mese di giugno 2023 per:

  1. Bando dedicato ai servizi per l’innovazione tramite un contributo a fondo perduto a supporto degli investimenti legati alla transizione digitale e all'economia circolare: innovazione di processo, prodotto e organizzativa; investimenti tecnologici a carattere strategico/sperimentale.

  2. Bando a sostegno degli investimenti produttivi volti al miglioramento della competitività delle MPMI per favorire l'ampliamento, la diversificazione e il consolidamento del sistema produttivo. Si tratta di strumenti finanziari a garanzia o sovvenzioni per attivare linee di finanziamento a sostegno degli investimenti.

  3. Bando per l'efficientamento energetico delle imprese - processi produttivi, tramite un contributo a fondo perduto a sostegno di interventi quali, ad esempio, di recupero calore, coibentazioni, riciclo/recupero acqua di processo, rifasamento impianto elettrico, etc.

  4. Bando per ricerca e sviluppo per le PMI singole o in forma aggregata (almeno 3): sovvenzione in conto capitale e in conto interessi finalizzata all'attivazione di linee di finanziamento per il sostegno agli investimenti in RSI - ricerca, sviluppo e innovazione declinati in varie tipologie di spesa, dai costi del personale a quelli per consulenza e brevetti, dai beni strumentali ai fabbricati.

  5. Bando per le START UP innovative in grado di concepire e formulare una proposta imprenditoriale competitiva da adattare alle condizioni del mercato e della tecnologia, collegate al sistema della ricerca, agli incubatori e ai centri di trasferimento tecnologico. La misura prevede strumenti finanziari nella forma di equity e combinazioni con sovvenzioni.

 

In apertura tra settembre e dicembre 2023:

Bando per l'internazionalizzazione tramite un contributo a fondo perduto per l'acquisizione di servizi di informazione, orientamento, consulenza e affiancamento, promozione internazionale e partecipazione a fiere e saloni esteri.

 

Previsti entro il mese di novembre 2023:

7 Bando per l'efficientamento energetico degli immobili sedi di imprese e dei loro processi produttivi (diversamente da quello di cui al punto 2), tramite interventi quali isolamento termico, sostituzione di serramenti, infissi, impianti di climatizzazione, etc.

8 Bando per la produzione energetica da fonti rinnovabili per autoconsumo delle imprese e delle aree produttive. È previsto un contributo a fondo perduto per la realizzazione di impianti solari termici e fotovoltaici, geotermici, di teleriscaldamento/raffreddamento, cogenerazione e trigenerazione.

9 Bando sull’economia circolare: misura finalizzata all’adozione di soluzioni impiantistiche strutturali per la gestione dei rifiuti che forniscano una spinta per un modello di gestione che apporti benefici in termini di qualità, flessibilità, sostenibilità. Si tratta di un contributo a fondo perduto per l’adeguamento di impianti di riciclo, progetti di RSI per la riduzione di rifiuti, impianti per investire in rifiuti riciclabili o sul recupero energetico legato al loro smaltimento.

 

 

In evidenza
Rotonda in festa e via Grande in festa!

RIMANDATO IL MERCATO STRAORDINARIO A LIVORNO DEL 14 MAGGIO

E' stato rimandato, per previsioni meteo avverse il mercato straordinario del 14 maggio in via Grande: "Via Grande in festa".

Il mercato si svolgerà domenica 21 dalle 9 alle 20.